MENINGITE, RICCIARDI (ISS): “RESIDENTI AREE A RISCHIO DEVONO VACCINARSI”

meningite

L’invito a vaccinarsi contro la meningite segue il decesso, stamani, di una donna a Firenze. Ricciardi (Iss): “Trend in diminuzione, ma occorre vaccinarsi”.

“Al momento rileviamo dei casi sporadici ed il trend è in rallentamento, ma finché tutta la popolazione della Toscana residente nelle aree più colpite non si sarà vaccinata contro il meningococco C, ci saranno comunque dei rischi”. E’ quanto affermato dal presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), Walter Ricciardi, dopo il decesso – questa mattina a Firenze – di una donna di 45 anni colpita da meningite ti ceppo C. Quest’ultimo caso, sottolinea Ricciardi, “è un’ulteriore conferma della necessità della strategia già adottata dalla Toscana, con Iss e Ministero della salute, di vaccinare estensivamente innanzitutto tutti i residenti nelle zone più a rischio per i focolai già registrati”. Proprio grazie alle vaccinazioni, sostiene, “da inizio anno si è avuto un rallentamento nel trend dei casi in Toscana. Ma la guardia deve restare alta: ad ammalarsi, infatti, non sono in particolare i bambini – già vaccinati contro il meningococco C -, bensì gli adulti non vaccinati”.

La donna, una 45enne residente a Firenze, è arrivata in condizioni molto gravi ed è morta presso il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Nuova. Secondo gli accertamenti effettuati dalla Azienda Usl Toscana Centro, non si era sottoposta a vaccino contro il meningococco C. Sono state avviate le procedure per l’indagine epidemiologica, al fine di identificare i contatti da sottoporre a profilassi.

Commenta la notizia

avatar