mercoledì , 26 aprile , 2017 23:27
Dello Scompiglio
Home / .Controradio News / MALTEMPO FIRENZE. PULIZIA CADITOIE, COMUNE NON SODDISFATTO DEL SERVIZIO DI PUBLIACQUA

MALTEMPO FIRENZE. PULIZIA CADITOIE, COMUNE NON SODDISFATTO DEL SERVIZIO DI PUBLIACQUA

Storm_Drain“Publiacqua non svolge la manutenzione e aumenta il rischio di danni in caso di forti piogge”. Lo denuncia in Consiglio comunale Tommaso Grassi, il capogruppo di Firenze riparte a sinistra. E l’assessore alla Viabilita’ e alla Manutenzione Stefano Giorgetti gli da’ ragione, visto che durante il question time, sottolinea: “Ancora non abbiamo i dati relativi all’intervento, tuttavia, da quello che abbiamo visto fin qui non siamo soddisfatti del servizio”.

Servizio partito nel quartiere 5, per 8.006 caditoie da pulire sia a febbraio che a marzo; che ad aprile si e’ spostato nel quartiere 3 (7.708 caditoie) e nel quartiere 2 (6.703). “Le nostre preoccupazioni sono state confermate dall’assessore”, spiega Grassi che attacca: “In caso di forti piogge siamo in pericolo di danneggiamenti alle cose e alle persone. E’ inutile quindi dichiararsi solo insoddisfatti”. Anche perche’ “non si parla di poche decine di caditoie, ma di ben 500 su cui intervenire”.

Publiacqua, aggiunge, “si dimostra ancora una volta incapace, prende soldi dai cittadini ma non effettua i lavori. E non si venga a dire che l’approssimarsi dell’estate riduce il rischio, quando ormai studi meteorologici hanno messo in evidenza l’aumento di fenomeni temporaleschi con forte intensita’ anche nella stagione piu’ calda”.

Check Also

ATAF sciopero autisti

SCIOPERO DEGLI AUTISTI ATAF CONTRO CAOS VIABILITA’ FIRENZE

Autisti Ataf annunciano sciopero contro il caos della viabilità fiorentina le cui conseguenze ricadrebbero su ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − tre =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>