LA SERBIA ATTRAVERSO GLI OCCHI DI ANDJELIKA

Serbia Teatro

Da venerdì 21 a domenica 23 aprile al Teatro Magnolfi c’è “Diario di una casalinga serba”: la Serbia tra orrori e speranze di una giovane donna.

“Diario di una casalinga Serba”, uno spettacolo liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mirjana Bobic Mojsilovic, portato in scena da Ksenija Martinovic per la regia di Fiona Sansone, salirà sul palco del Teatro Magnolfi di Prato da Venerdì 21 Aprile a Domenica 23 Aprile (venerdì ore 20.45, sabato ore 19.30 e domenica ore 16.30).

Si tratta di un monologo che racconta la storia di Andjelka, una giovane donna che attraversa la sua infanzia nella Jugoslavia di Tito e si ritrova adolescente nella Serbia di Milosevic.

Serbia

La protagonista affonda il suo racconto nella memoria emotiva, nei ricordi delle sue radici, e dà voce a quel tempo senza tempo rimasto sospeso in attesa che la guerra finisse, sospeso tra fuga e attesa. Ma non è solo un racconto personale, è un atto di presa di coscienza di un’intera generazione, è la fotografia dell’isteria collettiva di cui sono stati vittime uomini e donne costretti a combattere i propri fratelli, costretti alla fuga o al rifiuto della realtà, alla follia, per mantenere, il racconto di una generazione incerta sul presente, su quale fosse il proprio posto nel mondo, su quali sogni prendere a prestito e in quali confini trovare pace e futuro.

Con questo spettacolo, Ksenija Martinovic, giovane interprete serba che da molti anni vive in Italia, ha vinto il Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2014 – sezione monologhi.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz