Il Genius Loci di Santa Croce ha illuminato Firenze dal tramonto all’alba

Grande successo per l’evento non stop che ha preso il via nel tardo pomeriggio di ieri ed è finito alle nove di questa mattina. Sold out di pubblico e diretta radio. Dal tramonto all’alba quindici artisti internazionali tra musicisti, attori e scrittori si sono esibiti per un evento esclusivo alla scoperta dello “Spirito del luogo” del complesso monumentale della Basilica di Santa Croce.

 

In vari luoghi del complesso monumentale, presso il Cenacolo, la Cappella Pazzi e il Chiostro del Brunelleschi, in tre set, denominati con altrettanti momenti della giornata (Tramonto, Notte, Alba) si sono svolti in contemporanea vari spettacoli, tra produzioni ad hoc e prime toscane.

In apertura  lo scrittore Roberto Cotroneo ha indagato il rapporto tra visitatori e opere d’arte, mentre Alessandro Bergonzoni, uno dei più grandi autori, scrittori e attori di teatro italiano contemporaneo, si è esibito in talk show sul tema della bellezza. Il cantante John De Leo, figura chiave della musica italiana contemporanea, e oggi solista votato a sperimentare le infinite possibilità di una voce, ha incontrato il pianista Fabrizio Puglisi in una delle formazioni più sorprendenti e non classificabili. Dimitri Grechi Espinosa ha interpretato “Angel’s blows”, riflessione per solo sassofono sullo spirito e sul divino, uno studio sugli echi naturali e la dilatazione del tempo tratto dal suo album registrato nel Battistero di Pisa; Birthh, la 20enne toscana Alice Bisi,  ha letteralmente incantanto il pubblico con il suo “Born in the Woods”, gioiello di rara luminosità sulle sonorità di un “dream pop” profondo, mentre gli attori Gaia Nanni e Gianluigi Tosto, accompagnati dalle sonorizzazioni dal vivo di Alessandro Biagi e Fulvio Renzi, hanno guidanto gli spettatori presenti in “Letture itineranti in costume”: dalle favole di Andersen ai racconti di Stendhal.

Nel set della Notte si sono esibiti il trombettista Enrico Rava, artista dal suono personalissimo, da 50 anni ai vertici della musica internazionale, per la prima volta in duetto con la pianista giapponese Makiko Hirabayashi; l’attore Elio Germano e il compositore Teho Teardo, in scena con  “Viaggio al termine della notte” di Louis Ferdinand Céline in una versione completamente rinnovata nelle musiche e nei testi, tra combinazione di archi, chitarra e live electronics.  Il violoncellista olandese Ernst Reijseger (compositore di varie colonne sonore, tra cui quelle di Werner Herzog), si è esibito  tra jazz, improvvisazioni e world music, mentre Gaia Nanni e Gianluigi Tosto hanno realizzato un secondo percorso con letture itineranti.

L’evento si è chiuso stamani con il set dell’Alba con il duo composto dal maliano Baba Sissoko, discendente di una grande e rispettata famiglia di cantastorie Griot, e Antonello Salis, uno dei migliori pianisti e fisarmonicisti europei, in un concerto in cui il jazz  si è fuso con la musica della grande madre Africa.

“Genius Loci”, è  stata organizzata dall’associazione Controradio Club e Controradio ad ingresso gratuito, con il contributo del Comune di Firenze, di Opera di Santa Croce e Città Metropolitana, nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2017.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz