FREDDO: TOSCANA, OLTRE 2MILA SEGNALAZIONI DI CONTATORI GELATI

contatore-ghiacciato

Oltre duemila segnalazioni al  numero verde dei guasti (800 314 314) e centinaia di interventi su tutto il territorio dei 46 Comuni toscani dove Publiacqua gestisce il servizio. Questo il bilancio sommario e provvisorio del primo weekend di freddo intenso.

Un bilancio che, da sabato alla giornata di oggi, fa i conti con i problemi causati, in prevalenza, dalle rotture dei contatori, non adeguatamente protetti, dal congelamento dei tubi esterni. Problemi si sono registrati e si stanno registrando a macchia di leopardo su tutto il territorio anche se le situazioni più problematiche al momento si sono registrate, e nella maggior parte sono state risolte, su Barberino Val D’Elsa, Tavarnelle Val di Pesa (località Sambuca), Bagno a Ripoli (località Grassina), Barberino di Mugello (località Cavallina, zona Casello Autostradale e Outlet), Prato (zona Figline, Galceti e Villa Fiorita), Pelago (località Paterno e Carbonile). Il nostro numero verde dei guasti (800 314 314), “opportunamente potenziato”, da sabato fino alle prime ore del pomeriggio di oggi aveva già ricevuto oltre 2 mila segnalazioni dal territorio ed anche in queste ore sta ricevendo ancora moltissime telefonate, è possibile quindi che i tempi di attesa non siano brevi, riferisce un comunicato di Publiacqua. 

1483957557275-jpg-un_invito_a_proteggere_i_contatori_dell_acqua_dalle_basse_temperature_

Publiacqua, si legge in una nota, “invita pertanto gli utenti che hanno già segnalato il loro problema a non richiamare ulteriormente in quanto tutte le segnalazioni ricevute sono state trasmesse ai tecnici di zona e tutti gli interventi saranno effettuati non appena possibile e con l’ovvia gradualità. Il nostro personale è impegnato h24 nella risoluzione dei problemi”. “Rinnoviamo l’appello ai cittadini che non lo avessero ancora fatto a proteggere il contatore e a tenere sotto controllo le tubazioni del proprio impianto interno”, conclude la nota di Publiacqua.

Ecco qualche piccolo consiglio e accorgimento per evitare disagi:
1 – Nel caso di contatore in nicchia a parete oppure di manufatto esterno in muratura, le pareti interne dell’alloggiamento, compreso lo sportello, possono essere rivestite con pannelli in poliuretano o con altro materiale di analoghe caratteristiche, dello spessore di almeno 3 centimetri. Le fessure tra il telaio e la parete in muratura devono essere stuccate.
2 – Nel caso di contatore in pozzetto, rivestite il coperchio internamente con un pannello in poliuretano o altro materiale di analoghe caratteristiche, dello spessore di almeno tre centimetri.
3 – Se siete nell’impossibilità tecnica di adottare una protezione di questo tipo, consigliamo una alternativa a portata di mano: avvolgete abbondantemente il contatore con stoffa, carta o altro materiale che assicuri comunque una protezione. È consigliabile non utilizzare plastica o nylon (molto meglio il polistirolo, ad esempio).
4 – Fate attenzione alle seconde case inabitate nel periodo invernale dove il ghiaccio può provocare la rottura di tubazioni e termosifoni. In questo caso la raccomandazione, oltre a quella di proteggere il contatore, è di tenere sotto controllo il proprio impianto interno. L’accorgimento è di mantenere nei giorni precedenti costantemente un minimo flusso con un filo d’acqua da un rubinetto per evitare il congelamento delle tubazioni esposte.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz