Pisa: spara da moto e ferisce 4 persone

polizia pisa

4  persone sono rimaste ferite, sembra in modo non grave, dai colpi di pistola sparati da un motociclista nel quartiere del Cep, a Pisa.

Il motociclista  era stato rimproverato da alcuni passanti per i suoi passaggi spericolati e a forte velocità nelle strade del quartiere. E’ questa la versione riferita agli inquirenti dai testimoni che hanno assistito all’episodio. Lo sparatore sarebbe un ragazzo giovane, italiano, residente nello stesso quartiere che è tuttora in fuga.

I colpi avrebbero raggiunto i feriti alle braccia e alle gambe, ma nessuno di loro sarebbe in pericolo di vita. Secondo quanto si è appreso, il motociclista avrebbe prima esploso un colpo con una piccola pistola e poi sarebbe tornato a piedi sul posto, una caffetteria del quartiere in quel momento affollata di clienti, facendo fuoco con un’altra pistola ad altezza d’uomo e a distanza ravvicinata. Subito dopo è fuggito a piedi ed è tuttora ricercato dalle forze dell’ordine. Il giovane potrebbe essere ancora armato.

Falso allarme nel cuore del centro storico pisano poco fa dove le forze dell’ordine affluite in forze hanno chiuso il ponte di Mezzo e un tratto di lungarni fino all’altezza di palazzo Blu dopo che si era diffusa la voce che nei pressi del museo ci fosse lo sparatore che in mattinata ha ferito quattro persone al Cep. Per alcuni minuti polizia, carabinieri e guardia di finanza hanno cinturato la zona con agenti armi in spalla in strada davanti a centinaia di passanti sbigottiti. Alla fine gli inquirenti hanno dichiarato il cessato pericolo ma il fuggitivo, probabilmente armato, non è ancora stato rintracciato.

Si chiama Patrizio Iacono, ha 21 anni è di origini sarde, il giovane che stamani nel quartiere Cep di Pisa, nel quale vive insieme alla madre, ha sparato contro alcuni avventori di un bar con i quali aveva avuto un diverbio poco prima per le sue evoluzioni spericolate con la moto da cross. Il ventunenne, che è ancora in fuga e che gli inquirenti stanno cercando setacciando palmo a palmo la città, ha numerosi precedenti per rapina e altri reati contro il patrimonio e avrebbe usato armi clandestine. Secondo quanto si è appreso, le pistole utilizzate da Iacono per ferire i clienti del bar sarebbero entrambe illegalmente detenute e probabilmente provenienti dal mercato nero e con matricola abrasa.

[Notizia in aggiornamento]

Commenta la notizia

avatar