Fischer, Nardella: basamento malprogettato non cambia nostra politica culturale

nardella su caduta statua fischer

 “Le responsabilità per quello che è successo devono essere individuate fino in fondo ed è quello che io ho chiesto alla mia amministrazione ed ai miei uffici”.

Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, a proposito del crollo di una delle statue di Urs Fischer posizionate in piazza della Signoria. “Dopodiché – ha aggiunto – non è l’incompetenza o la superficialità di chi ha progettato male un basamento che cambierà la nostra politica culturale per la città”.
Nardella, che ha parlato a margine dell’intitolazione di un giardino a Michela Noli, ha ricordato che “in questi anni abbiamo fatto tante cose importanti: abbiamo riaperto il teatro ‘Niccolini’, il museo dell’Opera del Duomo, la settimana scorsa il centro Zeffirelli al vecchio palazzo del Tribunale e spero che tanti cittadini possano visitarlo, abbiamo finanziato progetti legati all’estate fiorentina, con grande successo, ed abbiamo scommesso sull’arte contemporanea perché l’arte non è mai morta. L’arte di ieri e l’arte di oggi, se fa discutere, è sempre positiva. Credo che far parlare bene di Firenze in tutto il mondo sia un grande orgoglio per i nostri fiorentini, e sia anche per noi il modo di onorare la grandezza di questa città”.

 

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz