Firenze: saracinesche abbassate e minuto di silenzio per Duccio

firenze
foto sportchianti.it

Per il lutto cittadino, oggi a Firenze, nel giorno dei funerali di Duccio Dini, il 29enne travolto e ucciso domenica scorsa durante un inseguimento tra due auto guidate da residenti di un campo nomadi.

Bandiere a mezz’asta su Palazzo Vecchio, così come a Palazzo Medici Riccardi, sede della Città metropolitana di Firenze, e sugli edifici della Regione (dove i vessilli sono listati a lutto da ieri).
Come indicava l’ordinanza stabilita da Palazzo Vecchio, alle 10, ora di inizio delle esequie del giovane nella chiesa di Santa Maria a Cintoia, è stato osservato un minuto di silenzio negli istituti scolastici aperti e nei luoghi di lavoro. Inoltre molti negozi hanno abbassato le saracinesche.
Nei punti di Unicoop Firenze è stato osservato un minuto di silenzio, sono state abbassate le luci ed è stata interrotta la programmazione musicale radiofonica interna, mentre un annuncio ha informato soci e clienti sulle motivazioni del lutto cittadino.
“Firenze è unita più che mai nell’abbracciare la famiglia e gli amici di Duccio. Questo è il giorno del cordoglio. Ciao Duccio”, ha scritto su facebook il sindaco Dario Nardella.
Per il Sindaco Nardella “di fronte a un tale dolore l’unica cosa da fare e’ il cordoglio e il silenzio. Poi, c’e’ tutto il tempo e lo spazio per discutere dei problemi, cosa che a cui non mi sono mai sottratto”.
Pero’, continua, “mentre ero a Careggi e questo ragazzo lottava tra la vita e la morte, vi erano gia’ comunicati di alcuni esponenti politici pronti ad usare questa vicenda per fare polemica. Mi e’ dispiaciuto: io non l’avrei mai fatto, ma comunque ognuno risponde di quello che dice e di quello che fa”.

Commenta la notizia

avatar