Firenze ricorda 25 anni da attentato Georgofili, la strage mafiosa del ’93

accademia

Programma denso di iniziative a Firenze per la ricorrenza del 25esimo anniversario della strage mafiosa di via de’ Georgofili, che la notte fra il 26 e il 27 maggio 1993 costò la vita ad Angela Fiume e Fabrizio Nencioni, alle loro figlie Nadia e Caterina, e allo studente di architettura Dario Capolicchio.

L’iniziativa, tesa a ricordare le vittime della strage, si svolgerà nel corso di due giornate, e nel corso della notte, momento in cui avvenne l’esplosione:
la mattinata del 26 maggio sarà perciò dedicata a spettacoli teatrali con gli studenti del liceo classico Michelangelo e del liceo scientifico Leonardo da Vinci, e un intervento del Collettivo Ark; alle 16.30 inizierà poi il convegno “L’importanza delle indagini nei processi delle stragi del 1993” con, fra gli altri, il capo della Polizia Franco Gabrielli, il comandante dei Ros Pasquale Angelosanto, il capo della Dia Giuseppe Governale, il sostituto procuratore generale della Repubblica Vilfredo Marziani, l’assessore alla legalità della Regione Toscana Vittorio Bugli, e i magistrati Luca Turco, Alessandro Crini, Giuseppe Nicolosi;
alle 21 inizierà invece lo spettacolo musicale in Piazza della Signoria, con l’intervento di Giovanna Maggiani Chelli, storica presidente dell’Associazione dei familiari delle vittime;
e dall’una prenderà il via il corteo con i Gonfaloni del Comune di Firenze, della Città Metropolitana e della Regione Toscana, e i labari delle associazioni di volontariato: all’1.04, ora dell’esplosione, una corona d’alloro sarà deposta sul luogo dell’attentato.

Alle 10 di domenica 27 maggio, infine, nella chiesa di San Carlo, ci sarà la Messa in suffragio delle vittime, che prima verranno ricordate con la deposizione di corone di fiori nei cimiteri dove sono sepolte.

Commenta la notizia

avatar