sabato , 25 febbraio , 2017 16:49
Il giardino dei ciliegi
Home / .Controradio News / CIBO AD UCCELLI ACQUATICI IN DIFFICOLTA’ PER IL GELO

CIBO AD UCCELLI ACQUATICI IN DIFFICOLTA’ PER IL GELO

CIBO

Nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, tra le province di Firenze e Pistoia, sono in corso operazioni straordinarie di foraggiamento degli uccelli acquatici in difficoltà a causa del gelo. Nell’area del Padule da giorni le temperature raggiungono valori minimi di 7-9 gradi sotto zero.

Il personale tecnico del Centro di Ricerca del Padule di Fucecchio, con l’aiuto di alcuni volontari, ha iniziato a distribuire cibo alle migliaia di uccelli acquatici presenti nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio. Le acque del Padule risultano in gran parte coperte da una lastra di ghiaccio che impedisce agli uccelli di accedere al cibo sottostante. Il foraggiamento, che da protocollo tecnico viene effettuato solo in condizioni straordinarie, avviene mediante la distribuzione di alcuni quintali di granaglie miste, delle quali possono avvantaggiarsi soprattutto le numerose anatre selvatiche e le folaghe che svernano nell’area protetta.

Il Padule di Fucecchio negli ultimi anni ha assunto il ruolo di area di grande interesse per lo svernamento di uccelli migratori acquatici provenienti da latitudini più settentrionali. In particolare per alcune specie come l’Alzavola, una piccola anatra selvatica presente in inverno con oltre 5000 individui nell’area protetta, il Padule è considerato una delle aree di interesse nazionale e l’area di svernamento più importante della Toscana. Anche per effetto di accordi internazionali, questo status richiede l’attuazione di attività di gestione, volte in primo luogo a mantenere gli habitat in buono stato di conservazione ed anche, in caso di necessità, di effettuare interventi di soccorso della fauna selvatica, come appunto il foraggiamento artificiale.

 Il Centro invita i cittadini a recarsi ad osservare gli uccelli acquatici dall’osservatorio faunistico de Le Morette, raggiungibile da Castelmartini (consigliabile l’uso di un binocolo). Con il ghiaccio gli uccelli tendono infatti a concentrarsi in grandi branchi, in aree aperte, divenendo più facilmente visibili. Nei giorni festivi (ore 9-12 e ore 14-16) alcuni volontari, collaboratori del Centro, mostrano ai visitatori gli animali con cannocchiali ad alta definizione.

Check Also

carabinieri ricercano ragazzo di scandicci scomparso ieri

RAGAZZO SCOMPARSO A SCANDICCI (FI): IN CORSO RICERCHE

Chiunque avesse notizie del 16enne, spiega l’Arma, può contattare i carabinieri chiamando il 112 Ricerche ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


due + 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>