mercoledì , 25 gennaio , 2017 2:15
Glue
Home / .Controradio News

.Controradio News

TRENO DELLA MEMORIA: BARNI, “RACCOGLIERE INVITO DI PRIMO LEVI A PRENDERE POSIZIONE”

TRENO DELLA MEMORIA

“Auschwitz è ancora nel presente e come tale va trattato. Non è commemorazione, non deve essere un’ appropriazione delle parole mute delle vittime”. Lo ha ricordato Monica Barni, vicepresidente della Regione Toscana, commossa, durante la cerimonia al monumento internazionale alle vittime del nazifascismo, nel silenzio nel quale poco prima i nomi di quelle vittime erano risuonati ancora. Come ogni anno. Affidati al cielo bianco di Auschwitz che non può dimenticare. “Camminare in questo luogo di sterminio ci deve ricordare che nessuno può tirarsi fuori dalle proprie responsabilità personali – ha detto là vicepresidente Barni – Auschwitz ci richiama al dovere etico della scelta, tra giustizia e ingiustizia, tra la difesa dei diritti umani o la prevaricazione e la violenza, tra la guerra e la pace; nessun essere umano è mai ininfluente o inutile”. Molti i riferimenti e gli intellettuali citati da Barni, oltre a Levi, il filosofo francese Paul Ricoeur che mette in guardia dagli abusi di memoria, Zygmunt Bauman, che ha descritto Auschwitz come il prodotto della modernità “alla base del percorso di sterminio culminato in questo lager – ha continuato la vicepresidente della Regione Toscana – si trovano infatti elementi come la legislazione che ha supportato la persecuzione razziale, la burocrazia che ha capillarmente guidato i convogli di tutta Europa verso le camere a gas, la tecnica che ha reso i campi di sterminio delle vere e proprie fabbriche della morte in grado di eliminare il più rapidamente possibile migliaia di corpi senza lasciarne traccia”. “Per Bauman il ...

Read More »

FIRENZE: UNA VIA DEDICATA A FERRUCCIO VALCAREGGI

Ferruccio

Lo ha deciso oggi la giunta di Palazzo Vecchio dando il via libera alla proposta presentata dall’assessore allo Sport e alla Toponomastica Andrea Vannucci. Ferruccio Valcareggi, noto giocatore e allenatore della Fiorentina, fu tra l’altro commissario tecnico della nazionale italiana campione d’Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970 in Messico. Si tratta quindi di un personaggio, proveniente dal mondo calcistico, molto caro a Firenze e ai fiorentini. Da qui la proposta di Andrea Vannucci, assessore allo Sport e alla Toponomastica, di dedicare proprio a Valcareggi una via di Firenze. Proposta che è stata oggi accettata dall giunta di Palazzo Vecchio. L’area toponomastica  intitolata a Ferruccio Valcareggi è quella vicina allo stadio Comunale, oggi parte del viale Pasquale Paoli, con inizio dal numero civico 23 e fine all’incontro con viale Manfredo Fanti. Vengono quindi modificati i confini del viale Paoli che ora termina all’incontro con la nuova via Valcareggi. “Un riconoscimento a un grande personaggio della storia del calcio italiano con un Europeo vinto e l’indimenticabile prova di Italia-Germania 4 a 3 – ha detto Andrea Vannucci -, ma anche un omaggio al suo grande attaccamento a Firenze e alla maglia viola. Un uomo che ha saputo instaurare con la città un legame forte e profondo guidando la Fiorentina prima e dopo i gloriosi dieci anni della Nazionale“.

Read More »

USL TOSCANA CENTRO: MORELLO SOSPESO DOPO LA CONDANNA

Morello

La sospensione arriva in seguito alla condanna del tribunale di Siena a un anno per abuso d’ufficio, in applicazione della legge Severino. Saccardi: “Grazie a Morello, riconfermo fiducia”. A riportare la notizia è il gruppo consiliare 5 stelle in Regione: “La giunta regionale Pd ha deliberato la sospensione di Marchese dal ruolo di direttore generale della Azienda USL Toscana Centro, ruolo incompatibile con la condanna da lui ricevuta per abuso d’ufficio”. “Ci sono volute la nostra interrogazione del 23 novembre e la lettera al Prefetto di Firenze, per ottenere che la Regione applicasse la legge dello Stato “per la prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” a tutela dei cittadini”, commenta inoltre Andrea Quartini, consigliere regionale M5S firmatario degli atti citati. “La sospensione arriva esattamente a 60 giorni dalla nostra interrogazione sull’incompatibilità di Morello Marchese con la carica assegnatagli dalla giunta Pd, tempo che, guarda caso – conclude Quartini – il regolamento assegna alla giunta per rispondere alle interrogazioni”. Nonostante l’annunciata sospensione dall’incarico di direttore generale del dottor Paolo Morello Marchese, “proseguirà immutato il percorso intrapreso dall’Azienda Usl Toscana centro“. A farlo sapere è un comunicato emesso dalla stessa Azienda, nel quale si legge: “Le energie e l’impegno messi in campo in questi mesi resteranno invariati, per dare seguito alle azioni ed ai progetti decisi con la riorganizzazione della nuova Azienda. (…)La direzione Aziendale intende quindi rassicurare sia i cittadini che tutti i dipendenti dell’Azienda Sanitaria che questo difficile momento sarà certamente superato ed è certa che ...

Read More »

POCHE COLONNINE RICARICA ‘FAST’ PER TAXI ELETTRICI

elettrici

🔈Firenze, un gruppo di futuri tassisti ‘elettrici’ sono intervenuti ad una conferenza stampa indetta da Miriam Amato e Samuele Segoni, rispettivamente consigliera comunale e deputato di Alternativa Libera, lamentando la carenza di centraline di ricariche ‘Fast’ nel piano di mobilità sostenibile di palazzo Vecchio. Secondo i futuri tassisti ‘elettrici’ infatti, le 4 centraline ‘Fast’, previste da Palazzo Vecchio e peraltro ancora da realizzare, sarebbero insufficienti ai bisogni delle nuove 170 auto elettriche in arrivo a breve in città, fra car-sharing e taxi elettrici, tenendo conto che con le centraline ‘normali’ occorrerebbero ben 4 ore per la ricarica per poi poter percorrere i 170 chilometri di autonomia delle auto. “Nonostante gli annunci, sono ancora troppi i disagi con cui devono fare i conti gli utenti. Le postazioni di ricarica infatti sono insufficienti ed occupate troppo spesso abusivamente da altre auto non elettriche. E per di più – spiegano Amato e Segoni, insieme agli utenti presenti alla conferenza stampa – negli ultimi mesi la polizia municipale ha effettuato 1000 multe, 77 rimozioni e 547 segnalazioni per auto che sostano irregolarmente sugli stalli di ricarica”. Miriam Amato ha per questo presentato tre mozioni in consiglio comunale chiedendo di: aumentare le postazioni di ricarica di ultima generazione, attingendo magari anche dai 2 milioni di euro ottenuti dai proventi delle licenze per i nuovi taxi elettrici; prorogare per un ulteriore periodo la gratuità della ricarica dei veicoli elettrici presso le nuove colonnine attraverso uno specifico provvedimento e rivedere la segnaletica orizzontale prevedendo uniformità a livello nazionale. ...

Read More »

SCANDICCI. SPARI CONTRO IMPRENDITORE, NUOVI COLPI CONTRO DITTA

z32

Nuovi cinque colpi di arma da fuoco sono stati sparati contro l’azienda dell’imprenditore fiorentino Andrea Bacci la cui auto era già stata presa di mira ieri mattina. Il nuovo episodio la notte scorsa, si pensa tra le 1.30 e le 4, a Scandicci (Firenze), dove ha sede la Ab Florence, pelletteria che fa capo all’imprenditore che ha interessi anche nell’edilizia ed è presidente della Lucchese calcio. Tre colpi hanno danneggiato un’insegna della ditta, due una vetrata. Sempre vicino alla ditta era posteggiata l’auto quando è stata colpita da due colpi di arma da fuoco. Sul posto in corso tuttora i rilievi balistici dei carabinieri. Intervistato da alcuni quotidiani in merito all’episodio di ieri mattina, Bacci, imprenditore amico di Matteo Renzi, ha detto che non era presente in ditta, di non sapersi spiegare l’accaduto e di non aver mai ricevuto minacce. ”Non riesco a pensare a niente, perché io sono una persona perbene e non ho niente da temere”, ha detto. Di recente è emerso che la procura lo indaga per bancarotta fraudolenta riguardo alla Coam Costruzioni di Rignano, di cui è socio di maggioranza. Bacci è stato perquisito dalla Guardia di Finanza il 10 gennaio scorso nell”ambito di un”articolata inchiesta della procura in materia economica, creditizia e fiscale. Sulla vicenda la Procura della Repubblica di Firenze, diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, ha aperto un fascicolo. Al momento si indaga per minacce e porto abusivo di pistola in luogo pubblico. Ma tutte le piste sono aperte, hanno precisato gli investigatori. ...

Read More »

PRATO: MANICHINO TRICOLORE IMPICCATO A PALAZZO PRETORIO

etruria 14

Il gesto è stato rivendicato da giovani di estrema destra.Immediata la condanna del sindaco di Prato. Un manichino tricolore impiccato ad una corda è stato appeso la notte scorsa al terrazzo di Palazzo Pretorio, sede del museo civico di Prato in piazza del Comune. Il gesto è stato rivendicato dai giovani del circolo di estrema destra ‘Etruria 14′, lo stesso che, lo scorso dicembre, aveva indetto una marcia di protesta contro l’ipotesi di costruire una moschea in piazza del Mercato Nuovo, a pochi metri dal centro storico della città. Sotto il fantoccio è stato appeso uno striscione con la scritta “Assassinato dallo Stato italiano”. Dura la condanna delle istituzioni pratesi: “Manifestazioni come quella codarda di questa notte a firma di ‘Etruria 14′ non fanno parte della cultura della nostra realtà. Se pur da posizioni diverse – ha detto il sindaco di Prato Matteo Biffoni – sono certo che tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale condividano la condanna di quanto è accaduto. Nei giorni in cui gli studenti delle nostre scuole sono in viaggio con il Treno della memoria, ribadiamo con forza che Prato è una città che vive e lavora nel solco dei valori costituzionali”. Ha poi aggiunto: “Chi scommette il proprio futuro qui e rispetta le regole è nostro cittadino”.

Read More »

DIRITTO CASA: SABATO 28 CORTEO A FIRENZE

casa occupata a Firenze

 Assemblea pubblica, questo pomeriggio, alla stabile occupato dai somali di via Spaventa a Firenze per organizzare una manifestazione da tenere sabato 28 gennaio nel capoluogo toscano “Il diritto alla casa e ad una vita dignitosa”, sarà il tema della protesta. All’assemblea, in programma questo pomeriggio alle 18, oltre ai somali protagonisti dell’occupazione (migrati qui dopo l’incendio dell’immobile ex Aiazzone a Sesto Fiorentino nel quale ha perso la vita il loro conterraneo Ali Muse) prenderanno parte svariate sigle, come il Comitato Inquilini (Firenze), Campagne in lotta (dal Sud Italia), Unità migrante (Pisa) Movimenti diritto all’abitare (Roma). Ed oggi intervengono, sulla questione dell’occupazione dello stabile dei gesuiti a pochi passi dal centro, anche Medu, sottolineando come, in origine, la situazione “socio-sanitaria e abitativa dell’ Ex-Aiazzone era stata più volte resa nota alle istituzioni, insieme a proposte operative per il suo graduale superamento e per garantire alle persone presenti quantomeno l’accesso alle cure. Come in altre occasioni, però, è stata necessaria una tragedia perché venissero adottate misure, seppur minime, di assistenza ed accoglienza. Medu torna a chiedere alle istituzioni un’assunzione di responsabilità e un impegno concreto e a breve termine per garantire condizioni di vita dignitose alle persone sopravvissute all’incendio” oltre che “l’effettiva implementazione di un sistema di accoglienza che sappia sostituire al pretesto dell’emergenza, l’urgenza dell’integrazione sociale e della tutela delle persone più vulnerabili”.

Read More »

CALCIO: ASS. VITTIME DELL’HEYSEL INVIA LETTERA DI ‘RICHIAMO’ A DELLA VALLE

Heysel

La lettera si riferisce agli adesivi con la scritta “-39, nessun rispetto”, riferiti quindi alle vittime dello stadio di Heysel dell’ ’85, diffusi fuori dallo stadio Franchi lo scorso 15 gennaio, in occasione della partita Fiorentina-Juve. Andrea Lorentini, come portavoce dell’Associazione fra i Familiari delle Vittime dell’Heyesel, ha fatto recapitare una lettera ad Andrea Della Valle, invitandolo a prendere pubblicamente le distanze da “quei personaggi che con i loro atteggiamenti infangano la memoria delle vittime dell’Heysel”. La lettera si riferisce a quanto accaduto lo scorso 15 gennaio quando, poco prima della partita Fiorentina-Juve, sono stati distribuiti adesivi con la scritta “meno 39, nessun rispetto”, in riferimento alle vittime dello stadio Heysel del 29 maggio 1985.  “Attraverso l’avvocato dell’Associazione abbiamo scritto ad Andrea Della Valle – ha detto Andrea Lorentini – perchè prenda le distanze da questi personaggi che offendono le vittime dell’Heysel e macchiano l’immagine di una città, Firenze, e di un popolo, i fiorentini, che non meritano di essere associati a questo tipo di becere manifestazioni. Una presa di distanza che non sia solo pubblica, ma che si espliciti in gesti e atti concreti. La lettera è stata inviata per conoscenza anche al sindaco di Firenze Dario Nardella, al presidente federale Tavecchio, al procuratore federale, al presidente della Lega Beretta, e al Centro di coordinamento dei viola club”.

Read More »