sabato , 24 giugno , 2017 7:14
CGIL FISAC
Home / Musica / Uscite Discografiche

Uscite Discografiche

DISCO DELLA SETTIMANA: PAUL WELLER

paul weller a kind revolution

“A kind revolution” è il 13° album solista dell’icona della musica britannica, ex frontman di Jam e Style Council. Esce per Parlophone a distanza di due anni da “Saturns pattern”, tra i tanti che hanno partecipato al disco anche Boy George e Robert Wyatt. Per celebrare il 40/o anniversario (maggio del 1977) dell’uscita del suo primo disco “In The City” con i Jam, Paul Weller pubblica il 12 maggio (Parlophone Records) “A Kind Revolution”, il suo nuovo e 13/o lavoro da solista. L’album è già in pre-order con 2 instant-grat (“Nova” e “Long Long Road”), disponibili anche in streaming. “A Kind Revolution”, prodotto e arrangiato da Jan ‘Stan’ Kybert e dallo stesso Paul, contiene 10 brani che attraversano rock, R&B, soul, jazz, funk, folk in modo naturale. Weller ha iniziato a lavorare su “A Kind Revolution” immediatamente dopo aver terminato l’ultimo album “Saturns Pattern” del 2015. L’album esce in versione CD, Special Edition 3 CD, 12″ LP, limited Deluxe 10″ Vinyl Box Set, Standard & Deluxe Downloads ed è disponibile in streaming. Prima del grande tour nel 2018 delle arene inglesi che culminerà con uno show alla 02 Arena di Londra, Paul sarà in Italia per tre date: 10 settembre a Bologna, 11 settembre a Venaria Reale (TO), 12 settembre Milano. Il disco viene così accolto da Rockol: Chi o cosa bisogna essere per mettere nello stesso disco rock, funk, dub, soul, folk, psichedelia senza risultare dispersivi, ma anzi coerenti? O per ottenere lo stesso risultato duettando prima con Robert Wyatt e, dopo poche canzoni, con ...

Read More »

DISCO DELLA SETTIMANA: GORILLAZ

gorillaz humanz

I Gorillaz sono tornati. La band virtuale più famosa al mondo, creata da Damon Albarn, frontman dei Blur, e dal fumettista Jamie Hewlett, ritorna con HUMANZ il tanto atteso nuovo album di studio uscito a sei anni di distanza dall’ultimo lavoro discografico. Un party per la fine del mondo tra pregi e limiti di un prodotto fin troppo concettuale.

Read More »

DISCO DELLA SETTIMANA: GOLDFRAPP

goldfrapp silver eye

Silver Eye è l’album dei Goldfrapp (Alison Goldfrapp e Will Gregory) che segue a quattro anni di distanza il precedente Tales of Us. Il disco è stato registrato tra Dallas e Londra e mixato da David Wrench (The XX, Fka Twigs, Caribou), con la partecipazione del collaboratore di Brian Eno, Leo Abrahams, per le texture chitarristiche.

Read More »

DISCO DELLA SETTIMANA: STONE FOUNDATION

street rituals

Quarto album per i britannicissimi Stone Foundation, “Street Rituals” è stato interamente prodotto da Paul Weller, presente in tutti i brani alla voce, al piano o alla chitarra. Della partita anche Bettye Lavette e William Bell. “Street Rituals” contiene 10 brani con un importante contributo da parte di Paul Weller, così come la collaborazione alla voce di William Bell e Bettye Lavette. Si tratta del quarto album in studio degli Stone Foundation ed è stato prodotto da Paul Weller, presente anche come musicista in tutti i brani collaborando al piano, alla chitarra e alla voce. Essendo rimasto molto impressionato dai lavori precedenti degli Stone Foundation, Paul Weller ha personalmente contattato la band per proporgli l’idea di lavorare insieme, inizialmente su un brano in particolare poi, trovando il processo creativo particolarmente interessante, ha esteso la sua collaborazione per tutte le dieci tracce del disco. Due canzoni del disco, ‘The Limit of a Man’ e ‘Colour Of’, sono state scritte dal triumvirato Jones/Sheasby/Weller. Nel resto del disco ci sono contributi mozzafiato delle leggende soul William Bell, voce in ‘Strange People’, e dell’inconfondibile Bettye Lavette, in ‘Season of Change’. La collaborazione con questi artisti di fama internazionale ha reso definitivamente la band come una delle più credibili in ambito soul moderno.   “Street Rituals”, dalla base di classico soul “bianco” della migliore tradizione, è il culmine di una carriera iniziata con il duro lavoro. La band ha sviluppato negli anni un personalissimo sound arricchito da fiati ed eleganti arrangiamenti. Fino al 2013 era ...

Read More »

DISCO DELLA SETTIMANA: THE JESUS AND MARY CHAIN

the jesus and mary chain

Scintillanti gioiellini pop in bilico tra melodia e rumore, è quello che aspettavamo ed è quello che è arrivato. I Jesus and Mary Chain sono tornati! The Jesus And Mary Chain pubblicano il loro nuovo e attesissimo album in studio dal titolo ‘Damage and Joy’ per ADA / Warner Music. L’album è il primo dopo ‘Munki’, pubblicato nell’estata del 1998. Capitanati dai fratelli Jim e William Reid, The Jesus And Mary Chain si sono rimessi insieme dopo tanti anni per esibirsi al festival di Coachella nel 2007. Nonostante i loro impegno live ci è voluto molto tempo prima che i due si mettessero d’accordo per ritornare in studio. “Abbiamo iniziato – ci credete? – ad ascoltarci un pochino di più”, spiega Jim. “Negli ultimi due anni abbiamo sepolto un po’ l’ascia di guerra. Molta gente che ci conosce potrebbe dire che non ci siamo addolciti molto. Penso però che andasse fatto, oserei dire che la saggezza arriva con l’età. Vivi e lascia vivere e prendi in considerazione le opinioni degli altri”. La lavorazione a ‘Damage and Joy’ (un riferimento alla traduzione inglese della parola schadenfreude) inizia nel settembre 2015 con il produttore Youth che ha contribuito anche al basso -e alla diplomazia- durante le sessioni a Londra, Dublino e Granada in Spagna. Alan McGee è stato il primo a confermare che un nuovo album dei JAMC stava per essere pubblicando dicendo alla CBC Music canadese “Hanno fatto un altro album! È una cosa pazzesca!”. L’album è stato anticipato dal singolo ...

Read More »