giovedì , 27 aprile , 2017 11:03
Ass. La Rossa 1° Maggio a Lari
Home / Cultura & Spettacolo

Cultura & Spettacolo

Cultura & Spettacolo

LA DANZA ENTRA AL PECCI CON JEROM BEL

3.JPG

Una mostra di un coreografo dentro un museo. Accadrà al museo Pecci di Prato e sarà la prima personale in un museo, curata da Antonia Alampi, del cinquantatreenne coreografo francese Jerome Bel, che vive a Parigi e lavora oramai in tutto il mondo. I suoi film e spettacoli sono stati presentati nei musei di arte contemporanea e biennali più famosa, dalla trieannale di Yokohama al MoMa di New York, dal dOCUMENTA(13) alla Tate Modern di Londra o il centro Pompidou di Parigi. Quella di Prato, dal 29 aprile al 27 giugno 2017, è la prima personale. “I linguaggi del contemporaneo si intersecano e si contaminano. Questa mostra lo conferma ed è importante che avvenga in un museo. C’è bisogno di contemporaneità” sottolinea la vice presidente ed assessore alla cultura della Toscana, Monica Barni. “La mostra – aggiunge – è peraltro parte di una rete di iniziative: oltre alla mostra a Prato, Jerome Bel sarà presente con uno spettacolo, prima nazionale, a Fabbrica Europa alla stazione Leopolda di Firenze il 10 e 11 maggio. Domani (27 aprile ndr) parteciperà ad una conversazione, sempre a Prato, con Kinkaleri. E di nuovo dunque linguaggi e modi diversi di rappresentazione che si intrecciano: con un obiettivo comune però, quello di far partecipare e coinvolgere sempre  più i cittadini sulle tematiche molto complesse dell’arte contemporanea, che ha bisogno di educazione”. L’iniziativa è stata presentata stamani a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze. Jerome Bel e il suo lavoro saranno presenti al Pecci con alcune opere filmiche ...

Read More »

IL MITO DELL’ISOLA DI THULE: AL MUSEO DEL NOVECENTO IL LIBRO DI LENNART MERI

Thule_carta_marina_Olaus_Magnus

È il paese che si appresta a guidare il prossimo semestre europeo ed è protagonista al Museo Novecento grazie alla mostra “Visioni dal Nord. Pittura estone dalla collezione Enn Kunila, 1910 -1940”. Per conoscere sempre di più la storia e le radici dell’Estonia venerdì 5 maggio alle 17.30, in occasione della visita in città del presidente della Repubblica Kersti Kaljulaid, il Museo ospita la presentazione del libro “Hõbevalge”, uno dei testi fondamentali della saggistica di questo paese, scritto dall’intellettuale, storico, documentarista ed ex-presidente Lennart Meri. Durante l’incontro interverranno Luigi Cecchini, Console Onorario della Repubblica di Estonia a Firenze e Toscana, Gianni Glinni, curatore del libro, Daniele Monticelli, semiologo e traduttore, e Ülle Toode, Direttore Centro Studi sull’Estonia e il Baltico presso La Sapienza di Roma. “Hõbevalge”, è un’opera di culto per gli estoni, un racconto coinvolgente dedicato a una leggenda del Nord, che appassiona studiosi da millenni: dove si trova la mitica isola di Thule, citata per la prima volta nei diari di viaggio dell’esploratore greco Pitea? Meri offre una convincente spiegazione di questo enigma nello scenario di antichissimi collegamenti tra il Mar Baltico ed il Mediterraneo. La traduzione italiana di “Hõbevalge“, pubblicata dall’Editore Gangemi, è un progetto realizzato nel 2016 dalla Fondazione Lennart Meri e dall’Associazione Italia Estonia a 40 anni dalla prima pubblicazione nel 1976 in Estonia durante il dominio sovietico; mai il volume era stato tradotto prima in altre lingue oltre al finlandese. Scrive Lennart Meri: “Nel libro “Hõbevalge” (1976) ho presentato l’ipotesi secondo la quale il ...

Read More »

“MEDITERRANEO DOWNTOWN”, PRIMA EDIZIONE

Mediterraneo Downtown

🔈Firenze, presentata oggi la prima edizione di “Mediterraneo Downtown”, che si avvale di settanta ospiti internazionali, cento volontari, trentacinque ore di programmazione tra talk show, incontri, presentazioni di libri e spettacoli. “Mediterraneo Downtown”, è il primo festival interamente dedicato alla scena contemporanea dell’area mediterranea che si terrà a Prato dal 5 al 7 maggio 2017 dopo l’anteprima dello scorso novembre. Sono sei i focus degli incontri e delle presentazioni dei libri presenti al Mediterraneo downtown Festival: femminismi, diritti delle donne e diritti di genere nel Mediterraneo, economie, geopolitica, libertà di espressione, migrazioni e culture. Tanti gli ospiti, tra esperti, scrittori e giornalisti da tutte le sponde del Mediterraneo che ci aiuteranno a declinare questi temi nei veri contesti e nelle tante realtà dei paesi dell’area mediterranea. Per la prima volta ci faremo raccontare l’accoglienza ed il fenomeno delle migrazioni anche da persone “comuni” – che in realtà così comuni non sono – come la coppia di ristoratori di Samos, Maria Makrogianni e Michail Georgalis, il muratore di Lampedusa, Costantino Baratta e sua moglie, Maria Rosa Maggiore, e due bidelli di una scuola di Palermo che hanno sfidato con spontaneità le accuse di “buonismo” e si sono resi colpevoli del”reato di solidarietà”. Si autodenunceranno nel panel condotto do Massimo Cirri. Gimmy Tranquillo ha intervistato l’ assessore alla presidenza e all’immigrazione della Regione Toscana, Vittorio Bugli: Prato è la città che ospita l’evento. Ma se il Mediterraneo arriva in questa città, lo fa solo per ripartire e andare lontano: toccare tutte le sponde, portare ospiti internazionali e coinvolgere tanti territori e tante persone da tutta Italia. ...

Read More »

MADE IN SARDEGNA: UN’ ISOLA DI FILM

Sardegna

Al cinema La Compagnia di Firenze una due giorni per conoscere i nuovi talenti del cinema sardo, in collaborazione con Acsit e Sardegna Film Commission. Domani, giovedì 27, e venerdì 28 Aprile al cinema La Compagnia, i nuovi sceneggiatori e creativi del cinema sardo presenteranno la loro isola attraverso film e documentari che tratteranno anche temi delicati e complessi. Tra i vari resisti vi sono: Gianfranco Cabiddu, regista del film “La stoffa dei sogni”, premiato ai Davi di Donatello 2017 per la miglior sceneggiatura, firmata dal fiorentino Ugo Chiti e Salvatore De Mola; Raffaello Fusaro, che ha diretto “Le favole iniziano a Cabras” dopo aver sceneggiato due opere del premio Oscar Gabriele Salvatores, “The promise” e “Italy in a day”; Peter Marcias, che ha diretto nel 2007 la docu-fiction “Ma la Spagna non era cattolica?” (che ha partecipato in concorso al Festival Internazionale GLBT di Torino, Giornate di Cinema Omosessuale di Venezia, Festival di Madrid, Buenos Aires e Valladolid), nel 2008 il film “Un attimo sospesi”, (in concorso alla Mostra Internazionale di Cinema di São Paulo, uscito nei cinema Italiani) e che adesso è tornato a parlare della contrapposizione tra tradizioni, riti cristiani e la laicità della sua generazione in “Silenzi e parole”; Maria Grazia Perria, Daniele Maggioni e Laura Perini, che ne “Il mondo grande e terribile”, (presentato come evento speciale al BIF&ST – Bari International Film Festival 2017) dipingono un ritratto della vita e del pensiero di Antonio Gramsci. Una due giorni che punta a presentare e a ...

Read More »

ALL’ODEON LA VITA E L’OPERA DI INDRO MONTANELLI

montanelli Indro

Il 26 Aprile presso il cinema Odeon di Firenze verrà proiettato “Indro. L’uomo che scriveva sull’acqua”  di Samuele Rossi. Il film documentario su Indro Montanelli sarà presentato dal regista e dall’attore Roberto Herlitzka. “Indro. L’uomo che scriveva sull’acqua” di Samuele Rossi, film documentario su Indro Montanelli, una delle voci più autorevoli e discusse del giornalismo italiano, sarà proiettato al cinema Odeon di Firenze il 26 aprile, alle ore 21 (ingresso 10 euro, 8 euro ridotto per under 35 e studenti) alla presenza dell’attore protagonista Roberto Herlitzka e del regista stesso. La proiezione si terrà in italiano con i sottotitoli in inglese. Montanelli nacque a Fucecchio il 22 aprile 1909 e morì a Milano il 22 luglio 2001. La proiezione è organizzata in occasione dell’uscita in home video del film documentario distribuito da CG Entertainment nei migliori negozi, negli store online e su: http://www.cgentertainment.it/film-dvd/indro-luomo-che-scriveva sullacqua/f21591/. Nel dvd, con i sottotitoli in italiano e in inglese per i non udenti, presenti anche dei contenuti extra con il backstage delle riprese. Ricco il cast, che vede Roberto Herlitzka e Domenico Diele nel ruolo del giornalista italiano in diverse fasi della sua carriera, insieme alle testimonianze, tra gli altri, di Tiziana Abate, Marco Travaglio e Beppe Severgnini. Nel documentario tanti giornalisti che dal Giornale lo seguirono nell’avventura de La Voce ai direttori del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli, l’ultimo prima della sua morte e Paolo Mieli, che lo ha riportato in redazione nel 1995; a Franco Bonisoli – ex brigatista che nel 1977 è stato ...

Read More »

LIBERAZIONE, MUSEI CIVICI APERTI A FIRENZE

chimera_palazzo-Vecchio_1200

In occasione del 25 aprile e festa della Liberazione, i musei civici fiorentini saranno regolarmente aperti. In particolare il museo di Palazzo Vecchio osserverà l’orario primaverile con apertura 9-23 e domani sarà uno degli ultimi giorni per visitare la mostra ‘Chimera relocated’, con la splendida Chimera di Arezzo esposta nella Sala di Leone X. La mostra, ideata e voluta in occasione del G7 della cultura che si è svolto a Firenze alla fine di marzo, terminerà il 27 aprile. Al museo Novecento, aperto in orario 11-20, è ancora in corso la mostra “Visioni dal Nord. Pittura estone dalla collezione Enn Kunila 1910 – 1940”, che chiude il 21 maggio. A Santa Maria Novella (aperta in orario 9-19) ci sarà l’occasione di visitare i nuovi spazi museali aggiunti recentemente grazie all’ampliamento del museo dopo il trasferimento dell’ex caserma dei carabinieri: il chiostro grande, il dormitorio settentrionale e la cappella del Papa. Tutti i dettagli e gli orari dei musei civici a questo link: museicivicifiorentini.comune.fi.it/index.html I Musei Civici Fiorentini hanno il compito di conservare e valorizzare il patrimonio d’arte civico mettendolo a disposizione della fruizione pubblica nel senso più ampio e democratico possibile; essi sono un servizio pubblico, con funzioni culturali e sociali, un diritto dei cittadini. I Musei Civici Fiorentini sono costituiti da una ricchezza e da una varietà articolata di collezioni  custodite per la maggior parte in edifici antichi: il Museo di Palazzo Vecchio, il Museo di Santa Maria Novella, la Fondazione Salvatore Romano presso il cenacolo di Santo Spirito, il ...

Read More »

LIVORNO: “GRILLO VS GRILLO” IL NUOVO TOUR TEATRALE

grillo-vs-grillo

Beppe Grillo ritorna dal vivo in una versione rinnovata del suo ultimo spettacolo intitolato Grillo vs Grillo. Arricchito con parti nuove ed inedite e, come lascia intendere il sottotitolo Update 2017, sempre aggiornato sugli eventi dell’attualità più recente, giovedì 27 aprile, h. 21.00 al Teatro Goldoni di Livorno. “Se l’è presa con tutti, manca solo Lui!” Il Grillo Comico e il Grillo Politico: due entità incompatibili racchiuse in un unico corpo. Quando parla il Comico, il Politico s’incazza perché viene preso sul serio e perde i 25 milioni di voti di quelli che non hanno capito la battuta. Quando parla il Politico, il Comico s’incazza perché si domanda: ma dov’è la battuta? Basta! quest’uomo non può più andare avanti così! È necessario uno showdown finale. Su un palco teatrale i due Grilli si sdoppiano, per confrontarsi, combattersi, raccontarsi, annullarsi, proiettarsi nel passato e nel futuro, nei ricordi e nelle ambizioni più vere. “Chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo, perché parliamo al plurale?” Una lotta senza veli, senza esclusione di colpi e di verità finché non ne rimarrà uno solo! 

Read More »

PRATO: METASTASIO, LA SOCIETAS PRESENTA ‘DEMOCRACY IN AMERICA’ IN PRIMA NAZIONALE

18010700_1529417413743899_1241777485855738707_n

27/30 aprile 2017 al Teatro Metastasio DEMOCRACY IN AMERICA di Romeo Castellucci. Liberamente ispirato all’opera di Alexis de Tocqueville. Produzione esecutiva Socìetas Quando il giovane aristocratico francese Alexis de Tocqueville rientra da un lungo viaggio di studio negli Stati Uniti d’America nel 1832, compone un saggio in due tomi sul neonato sistema politico americano. In un’opera che diverrà uno dei testi fondamentali per la cultura politica dell’Occidente contemporaneo, Tocqueville descrive il nuovo modello di democrazia rappresentativa rintracciandone l’origine negli usi, nei costumi, nelle idee, nella coscienza collettiva delle colonie della vecchia Europa, ormai affrancate verso un futuro di rifondazione e libertà. La democrazia americana – la prima che per vastità e radicalità veniva edificata in epoca moderna – si era potuta costituire grazie a quel fenomeno che Tocqueville individuava come Puritan Foundation – l’apporto, cioè, delle comunità puritane nel gettare le basi di una fattiva uguaglianza di stampo biblico tra gli esseri umani. Il vero argomento di Tocqueville, però, non era l’America, bensì la democrazia stessa, scandagliata minuziosamente con acribia anatomica, la rinascita in terra vergine di un modello politico logorato dai secoli nella vecchia Europa. De Tocqueville osserva il potenziale di una democrazia giovane, pur rilevandone i pericoli e i limiti, come la tirannia della maggioranza, l’indebolimento della libertà intellettuale di fronte a una retorica populista, e l’ambigua relazione fra l’interesse collettivo e le ambizioni dell’individuo. Nello stesso tempo, il Potere nel Nuovo Mondo rimetteva in questione la propria rappresentazione. Nella Grecia classica, la Tragedia rappresentava il doppio necessario e l’ombra ...

Read More »

“POESIA SENZA PATRIA” AL TEATRO DELLA COMPAGNIA

leggera - copy Daniel Mordzinski - Copia

Firenze- Al Teatro della Compagna la festa delle letterature in lingua spagnola, “Poesia senza patria”, con Luis Sepulveda, Ginevra di Marco e Carmen Yáñez. Lunedì 24 aprile alle ore 21:15 presso il Teatro della Compagnia sì terra un evento con l’obiettivo di creare un incontro “senza confini” tra Europa e Sudamerica, tra musica e poesia, tra racconto e canto. Ne sono protagonisti Ginevra di Marco, una delle voci femminili italiane più belle e amate, Francesco Magnelli e Andrea Salvadori, magici depositari di musiche e suoni che spaziano dalle dolci melodie popolari ad i ruvidi suoni rock e lo straordinario talento dello “scrittore del sud del mondo”, Luis Sepulveda, autore di romanzi campioni di vendite in tutto il mondo e dell’altrettanto talentuosa scrittrice Carmen Yáñez. Ginevra Di Marco ha da poco dedicato uno spettacolo ed un cd a Mercedes Sosa cantando le sue più belle canzoni, evidenziando il background di letteratura e musica di quella America Latina riletta e cantata dai protagonisti di questo incontro. Luis Sepulveda, nato in Cile nel 1949, ha lasciato il suo Paese al termine di un’intensa stagione di attività politica, conclusasi drammaticamente con l’incarcerazione da parte del regime del generale Pinochet, fu costretto a lasciare il paese. Ha viaggiato a lungo in America Latina e poi nel resto del mondo, anche al seguito degli equipaggi di Greenpeace. È autore di svariati libri di poesia; ha anche prodotto diversi radioromanzi e racconti che sono riusciti a conquistare le simpatie di una grande parte del pubblico mondiale. Ha  esordito ...

Read More »