venerdì , 24 marzo , 2017 5:19
Metastasio stagione 2016-2017
Home /

Viviana Iannizzi

FIRENZE: TORNA “MUSEI DA FAVOLA” CON UN ITINERARIO ARRICCHITO

Musei

Anche quest’anno parte il programma di visite guidate per famiglie dal titolo “Musei da favola“. Da febbraio ad aprile, grandi e piccini potranno seguire un nuovo itinerario didattico e scoprire l’arte e la storia di Firenze. Dopo il successo dei primi quattro anni, il Dipartimento Scuola e Giovani delle Gallerie degli Uffizi, in collaborazione con la Fondazione Ferragamo e con la partecipazione di Museo Nazionale del Bargello e Museo Archeologico Nazionale (Polo Museale della Toscana), ripropone e sviluppa ulteriormente il progetto “Musei da favola”. Il programma di itinerari didattici dedicati alle famiglie, proposto per la prima volta nel 2013, si arricchisce ora del nuovo percorso La moda specchio del gusto e del vivere presso la Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti, in 3 appuntamenti: 12 febbraio, 12 marzo e 30 aprile. Le famiglie saranno inoltre invitate ad Una passeggiata incantata al Giardino di Boboli, ad entrare a Palazzo Pitti ne La Casa del Principe (12 marzo) e visitarne la collezione alla Galleria degli Uffizi con I quadri raccontano la storia (19 febbraio, 8 aprile): tutti momenti educativi per conoscere e iniziare a comprendere il valore del nostro immenso patrimonio storico-artistico. Grandi e piccoli avranno poi l’opportunità, il 4 marzo e il 29 aprile, di lasciarsi affascinare dalle Storie di angeli, santi ed artigiani rappresentate nelle sculture di Orsanmichele, tra cui il celebre San Filippo (protettore dei calzolai), per poi recarsi al Museo Salvatore Ferragamo dove i bambini potranno vedere Mastro Calzolaio al lavoro e mettere alla prova la loro creatività realizzando un sandalo nello speciale “Laboratorio” ...

Read More »

PRATO: ROGO IN PALAZZINA, 85ENNE INTOSSICATA

Prato

Un incendio è divampato all’alba di oggi in una palazzina ai margini del centro storico di Prato. Donna di 85 anni trasportata in ospedale per leggera intossicazione. Intorno alle 6.00 del mattino i vigili del fuoco sono intervenuti in via Tacca a Prato, dove erano state segnalate fiamme al quarto piano del civico 41. L’intero edificio è stato evacuato a causa del fumo. All’interno dell’appartamento andato a fuoco si trovava una signora di 85 anni, subito trasportata in pronto soccorso con codice giallo poichè mostrava segni di una leggera intossicazione. L’incendio pare sia partito dalla camera da letto dell’appartamento, che è andata completamente distrutta. Lo scoppio dell’incendio potrebbe essere dovuto ad un malfunzionamento della termocoperta utilizzata dalla signora. I lavori di bonifica dell’appartamento sono proseguiti per diverse ore e la stessa via Tacca è stata chiusa al traffico per qualche ora.

Read More »

PISA: UN ALTRO GIOVANE CADE DA SPALLETTE ARNO

Pisa

Un irlandese di 19 anni stamani all’alba è precipitato dalle spallette sull’Arno a Pisa. Il giovane è ora ricoverato, ma non riporta ferite gravi. Nuova caduta di un giovane dalle spallette dell’Arno a Pisa. L’incidente è avvenuto oggi intorno alle 5 del mattino, ma la dinamica dell’accaduto non è ancora chiara: il giovane, forse in preda ai fumi dell’alcol, ha perso l’equilibro cadendo da alcuni metri di altezza direttamente sulla banchina di cemento. Il ragazzo, di origini irlandesi, è stato subito soccorso da un amico che lo ha riportato, caricandoselo in spalla, sulla strada prima ancora dell’arrivo dei soccorsi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco specializzati nel soccorso fluviale e il personale del 118. Il giovane 19enne è ora ricoverato e tenuto in osservazione al pronto soccorso di Pisa, con una sospetta frattura di una vertebra e con una ferita non grave al piede. Sull’episodio, inoltre, sta attualmente indagando la polizia.

Read More »

TEATRO METASTASIO: AL VIA LA RASSEGNA METJAZZ 2017

Metjazz

Nell’arco di  quattro giorni, dal 27 al 30 gennaio, due concerti, una conferenza e una mostra di disegni daranno il via alla XXII edizione della rassegna METJAZZ 2017, organizzata dal Teatro Metastasio di Prato per celebrare i cinquant’anni dalla morte di uno dei più famosi improvvisatori nella storia del jazz, John Coltrane. Si comincia venerdì 27 gennaio con un doppio appuntamento: a partire dalle ore 18.30, nel Foyer del Metastasio sarà allestita la mostra “diSEGNIdiJAZZ” di Marco Milanesi (conduttore della trasmissione Nightswimming Jazz su web radio): un viaggio non convenzionale nell’universo delle sensazioni che i brani jazz riescono a suscitare, con disegni ispirati a questa musica che incarna il ritmo della terra, ispira la vita quotidiana, accompagna emozioni e malinconie. La mostra rimarrà aperta fino al 23 febbraio. Alle ore 21.00, inoltre, alla Scuola di Musica Verdi ci sarà il concerto “88 tasti di Coltrane”, con Alessandro Galati, che si eseguirà in una personale rilettura della musica di Coltrane con il pianoforte. Inoltre, venerdì 28 gennaio, per creare un ponte ideale tra Prato e Firenze, la collaborazione di MetJazz con il Pinocchio Jazz Club di Firenze dà luogo ad una serie di “Incroci Jazz“, di cui fa parte anche il concerto “Acrobats” di Tino Tracanna che siterrà alle 22.00 al Pinocchio Jazz Club. La rassegna del METJAZZ prosegue sabato 29 gennaio, al Museo del Tessuto (ore 11.00) con la conferenza del direttore Stefano Zenni Meditations: “John Coltrane 50 anni dopo“, in cui verrà ripercorsa la breve ma intensa carriera di Coltrane esaltando la varietà della sua lucida visione musicale ...

Read More »

PISTOIA: PICCOLO SIPARIO PRESENTA “FA’AFAFINE”

Fa'afafine

Nuovo appuntamento per Pistoia Capitale Italiana della Cultura con Piccolo Sipario, il cartellone di teatro per le scuole e le famiglie, con lo spettacolo “FA’AFAFINE. Mi chiamo Alex e sono un dinosauro“, in programma al Piccolo Teatro Mauro Bolognini di Pistoia venerdì 27 gennaio alle ore 10.00 (per le scuole) e giovedì 26 gennaio alle ore 21.00. Esiste una parola nella lingua di Samoa, che definisce coloro che sin da bambini non amano identificarsi in un sesso o nell’altro. Fa’afafine vengono chiamati: un vero e proprio terzo sesso cui la società non impone una scelta, e che gode di considerazione e rispetto. Alex non vive a Samoa, ma vorrebbe anche lui essere un “fa’afafine”. Alex è un “gender creative child”, o semplicemente un bambino-bambina, come ama rispondere quando qualcuno gli chiede se è maschio o femmina. La sua stanza è un mondo senza confini: ci sono il mare e le montagne, il sole e la luna, i pesci e gli uccelli, tutto insieme. Il suo letto è una zattera o un aereo, un castello o una navicella spaziale. Alex White ha 8 anni e non ha ancora deciso se essere un maschio o una femmina. Oggi per Alex è un giorno importante: vuole dire ad Elliot che gli vuole bene, ma non come agli altri, in un modo speciale. Fuori dalla sua stanza ci sono Susan e Rob, i suoi genitori e Alex non vuole farli entrare. Ha paura che non capiscano, ha paura soprattutto di tornare a scuola, dove Alvin ...

Read More »

TEATRO DELLA LIMONAIA: IN SCENA “FRAMMENTI DI INUTILI BUGIE”

Inutili

Il 27, 28 e 29 gennaio, al Teatro della Limonaia di Sesto F.no, andrà in scena lo spettacolo “Frammenti di inutili bugie”, basato su un testo di Michel Tremblay e diretto da Dimitri Milopulos. “Frammenti di inutili bugie – spiega il regista Dimitri Milopulos – è un grido soffocato ma al tempo stesso un campanello d’allarme, che non lascia nessuna possibilità di scampo scuotendo le nostre pigre cellule cerebrali mentre cerca disperatamente di rianimarle. L’autore non si limita a parlare dell’amore “diverso” visto solo dall’interno della testa o del cuore di chi lo vive in prima persona, va oltre: lo vede anche e soprattutto dal punto di vista degli altri, entrando nelle menti dei padri e delle madri, dei preti e degli psicologi icone della società”. Lo spettacolo mostra in parallelo le storie di Ale e Marco, due ragazzi omosessuali: una è ambientata ai giorni nostri, l’altra risale invece a 50 prima. “Ale – prosegue la nota del regista – deve rendere conto della sua vita e dei suoi sentimenti allo psicologo e ai genitori. Genitori “moderni” che cercano di affrontare il fatto con disinvoltura e naturalezza ma è proprio questo loro “cercare di” che rende il loro tentativo dannoso e inopportuno. E il loro chiedere aiuto e sostegno allo psicologo, che in qualche modo rappresenta la società di oggi, non fa che peggiorare le cose. 50 anni fa, Marco, deve rendere conto della sua vita e dei suoi sentimenti al prete e ai genitori. Siamo in un periodo in cui essere ...

Read More »

FABBRICONE: LAURA MARINONI CANTATTRICE IN “L’AMORE AI TEMPI DEL COLERA”

Tempi

Da stasera giovedì 26 a domenica 29 gennaio al Teatro Fabbricone (Prato), Laura Marinoni recita e canta ne “L’amore ai tempi del colera“, famoso romanzo di G.G. Marquez, qui riproposto in versione “operita musical per cantattrice e suonatori”. Laura Marinoni, diretta da Cristina Pezzoli, indossa i panni inediti di “cantattrice” e, accompagnata dal vivo da Marco Caronna (chitarra e percussioni) e Alessandro Nidi (pianoforte), narra e canta la storia e le notti d’amore di Florentino Ariza per Fermina Daza, un amore durato 53 anni, 7 mesi e 11 giorni, interpretando tutti i personaggi della storia narrate tra le pagine de “L’amore ai tempi del colera”, romanzo di Gabriel Garçia Marquez. Lo spettacolo condensa gli episodi chiave del lungo romanzo esplorando i territori dell’innamoramento, le sfumature di un sentimento caparbio e misterioso capace di resistere alle intemperie della vita. L’amore, per Marquez, ha gli stessi sintomi del colera: fa strage come l’epidemia che falciò la popolazione caraibica a fine Ottocento. Aleggia nella pièce una seducente atmosfera caraibica, come suggeriscono il repertorio musicale e la scena spoglia, con solo una tenda di corde a far da fondale. D’altronde la vicenda è ambientata in una città portuale del Caribe, tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. In queste coordinate spazio-temporali si snoda la storcia d’amore dei due protagonisti, che la scrittura scenica propone al tramonto della vita. Florentino e Fermina s’incontrano al funerale del marito di lei. Tutto quello che è successo prima, dalla preadolescenza in poi, è raccontato tramite flashback.  Tante avventure, ...

Read More »

SPAZIO ALFIERI: AL VIA LA RASSEGNA DEDICATA AL REGISTA RUSSO ANDREJ TARKOVSKIJ

Andrej

Oggi, 26 gennaio, allo Spazio Alfieri di Firenze ha inizio la retrospettiva dei film del regista russo Andrej Tarkovskij, che durerà fino a domenica 29 gennaio. Otto film proiettati nell’ambito di q​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​uattro giorni, oltre a due giornate di incontri e a un concerto. Firenze celebra così il trentennale della scomparsa del regista russo Andrej Tarkovskij con una serie di iniziative nel mese di gennaio a cura dell’Istituto Internazionale Andrej Tarkovskij in collaborazione con Regione Toscana e Soprintendenza archivistica della Toscana. Il Maestro è infatti cittadino onorario del capoluogo toscano e la città ospita i suoi archivi e la sede dell’Istituto Internazionale, fondato nel 1992 allo scopo di studiare e diffondere l’arte di Tarkovskij, oltre ad occuparsi della cura e della conservazione dei materiali dell’archivio. Grazie alla collaborazione con la Cineteca di Milano e il cinema Spazio Alfieri, la rassegna fiorentina rappresenta un’occasione unica di ammirare i capolavori girati da Tarkovskij in Russia, attraverso copie nuove in 35mm, in lingua originale con sottotitoli in italiano. Per ognuno dei quattro giorni sono previsti due spettacoli, alle 18.30 e alle 21.00, per un totale di 8 pellicole. In ordine verranno proiettati: “Il rullo compressore e il violino” e “Andrej Rublev” (26 gennaio), “L’infanzia d’Ivan” e “Solaris” (27 gennaio),  “Lo specchio” e “Stalker” (28 gennaio). Gli ultimi due, “Nostalghia” e “Sacrificio” verranno proposti domenica 29 gennaio in formato digitale DCP. I film verranno presentati da Andrej A. Tarkovskij, presidente dell’Istituto Internazionale Andrej Tarkovskij, e Andrea Ulivi, fotografo ed editore. Per maggiori informazioni: www.spazioalfieri.it

Read More »

ODEON: DOMANI ANTEPRIMA NAZIONALE DI “A UNITED KINGDOM”

United

Domani, giovedì 26 gennaio (ore 21.00), il Cinema Odeon di Firenze presenta in anteprima nazionale il film “A UNITED KINGDOM” con David Oyelowo e Rosamund Pike. “A United Kingdom” chiude l’evento inaugurale del British 100 Film Festival, dedicato ai 100 anni del British Institute of Florence. Il film, tratto da una storia vera, è ambientato nel 1947: Seretse Khama, erede al trono del Botswana, incontra Ruth Williams, impiegata bianca londinese e tra loro nasce un amore travolgente, che in breve tempo spingerà i due a convolare a nozze. Ruth è affascinata dall’ostinata volontà di Seretse di lottare per un mondo più giusto ed entrambi percepiscono la necessità di un radicale cambiamento: Seretse vede nuove opportunità per il suo popolo in seguito all’indebolimento del potere dell’Impero Britannico, Ruth intuisce la possibilità di una “vita più grande”, più importante nel movimento delle donne per l’indipendenza e per l’uguaglianza. Pur essendo il loro un amore autentico, la loro unione interraziale incontra l’opposizione non solo da parte delle famiglie, ma anche dei governi britannico e sudafricano. Seretse viene costretto all’esilio dalla sua terra e alla separazione dalla sua amata Ruth, che si trova a portare avanti la gravidanza da sola in Botswana, osteggiata dagli abitanti del posto che la vedono come un pericolo per il loro paese. Nonostante le terribili pressioni dei governi, il legame tra Seretse e Ruth non vacilla mai, ma è linfa vitale per questa battaglia: una battaglia combattuta in nome dell’amore, dell’uguaglianza e dell’indipendenza di un intero paese. Per ulteriori informazioni: tel. ...

Read More »