mercoledì , 25 gennaio , 2017 2:20
Your Ad Here
Home /

Viviana Iannizzi

FIRENZE: UNA VIA DEDICATA A FERRUCCIO VALCAREGGI

Ferruccio

Lo ha deciso oggi la giunta di Palazzo Vecchio dando il via libera alla proposta presentata dall’assessore allo Sport e alla Toponomastica Andrea Vannucci. Ferruccio Valcareggi, noto giocatore e allenatore della Fiorentina, fu tra l’altro commissario tecnico della nazionale italiana campione d’Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970 in Messico. Si tratta quindi di un personaggio, proveniente dal mondo calcistico, molto caro a Firenze e ai fiorentini. Da qui la proposta di Andrea Vannucci, assessore allo Sport e alla Toponomastica, di dedicare proprio a Valcareggi una via di Firenze. Proposta che è stata oggi accettata dall giunta di Palazzo Vecchio. L’area toponomastica  intitolata a Ferruccio Valcareggi è quella vicina allo stadio Comunale, oggi parte del viale Pasquale Paoli, con inizio dal numero civico 23 e fine all’incontro con viale Manfredo Fanti. Vengono quindi modificati i confini del viale Paoli che ora termina all’incontro con la nuova via Valcareggi. “Un riconoscimento a un grande personaggio della storia del calcio italiano con un Europeo vinto e l’indimenticabile prova di Italia-Germania 4 a 3 – ha detto Andrea Vannucci -, ma anche un omaggio al suo grande attaccamento a Firenze e alla maglia viola. Un uomo che ha saputo instaurare con la città un legame forte e profondo guidando la Fiorentina prima e dopo i gloriosi dieci anni della Nazionale“.

Read More »

USL TOSCANA CENTRO: MORELLO SOSPESO DOPO LA CONDANNA

Morello

La sospensione arriva in seguito alla condanna del tribunale di Siena a un anno per abuso d’ufficio, in applicazione della legge Severino. Saccardi: “Grazie a Morello, riconfermo fiducia”. A riportare la notizia è il gruppo consiliare 5 stelle in Regione: “La giunta regionale Pd ha deliberato la sospensione di Marchese dal ruolo di direttore generale della Azienda USL Toscana Centro, ruolo incompatibile con la condanna da lui ricevuta per abuso d’ufficio”. “Ci sono volute la nostra interrogazione del 23 novembre e la lettera al Prefetto di Firenze, per ottenere che la Regione applicasse la legge dello Stato “per la prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” a tutela dei cittadini”, commenta inoltre Andrea Quartini, consigliere regionale M5S firmatario degli atti citati. “La sospensione arriva esattamente a 60 giorni dalla nostra interrogazione sull’incompatibilità di Morello Marchese con la carica assegnatagli dalla giunta Pd, tempo che, guarda caso – conclude Quartini – il regolamento assegna alla giunta per rispondere alle interrogazioni”. Nonostante l’annunciata sospensione dall’incarico di direttore generale del dottor Paolo Morello Marchese, “proseguirà immutato il percorso intrapreso dall’Azienda Usl Toscana centro“. A farlo sapere è un comunicato emesso dalla stessa Azienda, nel quale si legge: “Le energie e l’impegno messi in campo in questi mesi resteranno invariati, per dare seguito alle azioni ed ai progetti decisi con la riorganizzazione della nuova Azienda. (…)La direzione Aziendale intende quindi rassicurare sia i cittadini che tutti i dipendenti dell’Azienda Sanitaria che questo difficile momento sarà certamente superato ed è certa che ...

Read More »

TOSCANA: VACCINI OBBLIGATORI PER ACCESSO A NIDO E MATERNA

asilo

A stabilirlo è la proposta di legge presentata dall’assessore Stefania Saccardi, oggi approvata in giunta regionale. Per avere accesso a nido e scuola materna i bambini dovranno aver effettuato non solo le vaccinazioni obbligatorie, ma anche quelle raccomandate dal Piano nazionale. In base alla proposta di legge, non solo l’aver effettuato le vaccinazioni obbligatorie, ma anche quelle raccomandate dal Piano nazionale prevenzione vaccinale costituiranno requisito fondamentale per l’iscrizione ai nidi d’infanzia, ai servizi integrativi per la prima infanzia (servizi che integrano l’offerta del nido: spazio gioco, centro per bambini e famiglie, servizio educativo domiciliare – escluse le ludoteche) e alla scuola dell’infanzia (scuola materna). Approvata dal giunta, ora la proposta di legge seguirà l’iter per l’approvazione in Consiglio regionale. Entro 60 giorni dall’entrata in vigore, la giunta approverà specifiche linee guida e modalità attuative della legge, anche tenendo conto dei casi in cui la vaccinazione deve essere omessa o differita, per accertati pericoli concreti per la salute del bambino, in relazione a specifiche condizioni cliniche. La legge, secondo i piani della Regione, sarà senz’altro in vigore per l’inizio del prossimo anno scolastico. “Quella che abbiamo approvato oggi è una misura a tutela della salute pubblica di tutta la comunità – afferma il presidente della Regione Enrico Rossi -. In primo luogo dei bambini e soprattutto di quelli più deboli: quelli che per motivi di salute, immunodepressi o con gravi patologie croniche, non possono essere vaccinati e sono quindi i più esposti ai contagi. Con questo intervento consolidiamo ciò che di buono è stato fatto in questi anni e facciamo un ulteriore passo in avanti. La Regione Toscana ha oggi confermato di avere un ruolo ...

Read More »

CALCIO: ASS. VITTIME DELL’HEYSEL INVIA LETTERA DI ‘RICHIAMO’ A DELLA VALLE

Heysel

La lettera si riferisce agli adesivi con la scritta “-39, nessun rispetto”, riferiti quindi alle vittime dello stadio di Heysel dell’ ’85, diffusi fuori dallo stadio Franchi lo scorso 15 gennaio, in occasione della partita Fiorentina-Juve. Andrea Lorentini, come portavoce dell’Associazione fra i Familiari delle Vittime dell’Heyesel, ha fatto recapitare una lettera ad Andrea Della Valle, invitandolo a prendere pubblicamente le distanze da “quei personaggi che con i loro atteggiamenti infangano la memoria delle vittime dell’Heysel”. La lettera si riferisce a quanto accaduto lo scorso 15 gennaio quando, poco prima della partita Fiorentina-Juve, sono stati distribuiti adesivi con la scritta “meno 39, nessun rispetto”, in riferimento alle vittime dello stadio Heysel del 29 maggio 1985.  “Attraverso l’avvocato dell’Associazione abbiamo scritto ad Andrea Della Valle – ha detto Andrea Lorentini – perchè prenda le distanze da questi personaggi che offendono le vittime dell’Heysel e macchiano l’immagine di una città, Firenze, e di un popolo, i fiorentini, che non meritano di essere associati a questo tipo di becere manifestazioni. Una presa di distanza che non sia solo pubblica, ma che si espliciti in gesti e atti concreti. La lettera è stata inviata per conoscenza anche al sindaco di Firenze Dario Nardella, al presidente federale Tavecchio, al procuratore federale, al presidente della Lega Beretta, e al Centro di coordinamento dei viola club”.

Read More »

CARRARA, AMIANTO: FAMIGLIA BARBIERI NON DOVRÀ RISARCIRE INAIL

image

Soluzione trovata da parte dell’Inail per il caso di Mario Barbieri, l’operaio morto nel 2006 per cause secondo la famiglia collegate all’amianto. La vedova avrà diritto a una rendita e agli arretrati a partire dalla morte del marito. Mario Barbieri, morì nel 2002, dopo 24 anni di lavoro (dal 1966 al 1992) come operaio a Carrara nei Nuovi Cantieri Apuania, per asbestosi pleumopolmonare, dovuta – sostengono i familiari – alla prolungata esposizione dell’uomo all’amianto sul posto di lavoro. La moglie e i figli di Mario chiesero un risarcimento Inail, ma per vederlo riconosciuto furono costretti a spostare la questione nelle aule del tribunale. In primo grado la famiglia Barbieri vinse e nel 2006 l’Inail riconobbe una malattia invalidante all’80%, con 93 mila euro di risarcimento per l’uomo, che pochi mesi dopo morì. Tuttavia, dopo il ricorso in appello da parte dell’Inail, la Corte di Genova nel 2010 abbassò al 38% l’invalidità di Mario Barbieri, dando ragione all’Istituto sul fatto che l’uomo poteva essersi ammalato altrove. Arriviamo dunque allo scorso dicembre 2016, quando, dopo 14 anni di processi, l’Inail ha chiesto alla vedova e ai 3 figli un risarcimento di circa 60mila euro più interessi. Tuttavia è stato oggi stabilito che la famiglia non dovrà restituire somme all’Istituto e la vedova avrà diritto a una rendita e agli arretrati a partire dalla morte del congiunto. La famiglia – fa sapere l’Istituto – non dovrà restituire le somme ricevute, in quanto sono stati riscontrati i presupposti per la costituzione della rendita a superstite: la vedova godrà di una rendita diretta a far data dal decesso del signor Barbieri ...

Read More »

RIFIUTI, TOSCANA: RACCOLTA DIFFERENZIATA AL 49,76% IN 2015

Raccolta

Con un incremento di 2 punti rispetto all’anno precedente, la raccolta differenziata in Toscana nel 2015 si attesta al 49,76%. Ne dà notizia la Regione stessa che ha pubblicato i dati relativi alla certificazione delle raccolte differenziate. Nel complesso, spiega una nota, la produzione di rifiuti urbani è stata pari a 2,25 milioni di tonnellate in lieve flessione rispetto all’anno precedente (-1%), risultato di una contrazione della produzione di rifiuti urbani indifferenziati di circa il 4% e di un aumento delle raccolte differenziate di circa il 3%. Il dato pro capite è passato da 603 a 600 kg/abitante (-3 kg per abitante rispetto al 2014). Risultati positivi anche a scala di Ambito: il risultato migliore in termini di efficienza della raccolta differenziata è stato quello dell’Ato Toscana Centro (che comprende la Città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato) con il 57,38% in aumento di 1,9 punti rispetto al 2014. Segue l’Ato Toscana Costa (province di Livorno – esclusi i comuni della Val di Cornia -, Lucca, Massa e Pisa) con il 52,58% che ha registrato il tasso di crescita più alto rispetto al 2014, pari a +3,7 punti. L’Ato Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto, Siena e comuni livornesi della Val di Cornia) si attesta al 38,90% con un lieve aumento rispetto al 2014 (+0,1 punti). Nessuno degli Ato ha superato l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata, stabilito dalla norma nazionale per il 2012. “Il dato 2015 – commenta l’assessore all’ambiente Federica Fratoni – conferma che la raccolta differenziata in Toscana continua ad aumentare, sfiorando il 50%. Vuol dire che la strada intrapresa è quella giusta. Sono molti i comuni che hanno superato l’obiettivo del ...

Read More »

FIRENZE: LETTERA COMITATO NO-TAV, “ABBANDONARE TUNNEL”

Lettera

Il Comitato No Tunnel Tav di Firenze scrive una lettera all’ad di Fs Renato Mazzoncini, al sindaco Dario Nardella e al presidente Enrico Rossi per chiedere di abbandonare l’ipotesi di iniziare lo scavo dei tunnel sotto la città. Lo fa sapere con una nota lo stesso comitato, che invia la lettera in prossimità della riunione che si terrà a Roma il 25 gennaio. Iniziare quello scavo – si spiega nel documento – con tutti i problemi che il Comitato ha sempre denunciato, “sarebbe un disastro per la città e i suoi abitanti, ma sarebbe anche la bara in cui chiudere la poca credibilità rimasta della politica toscana”. Il Comitato ricorda ancora “come i tanti spauracchi sventolati per far proseguire i lavori siano appunto solo spauracchi: le penali non ci sarebbero (lo ha detto lo stesso Mazzoncini poche settimane fa), non ci sarebbero rischi per i lavoratori se si appaltassero subito lavori davvero utili e necessari alla mobilità toscana, a cominciare dal potenziamento del nodo fiorentino che andrebbe subito a vantaggio dei treni pendolari”. Altri argomenti, come il timore che “la Tav salti Firenze” non si devono nemmeno prendere in considerazione perché, si sottolinea, “sono figli o di una crassa ignoranza o di volontà di prendere in giro i cittadini cui ci si rivolge”.

Read More »

CINEMA ODEON PRESENTA “THE ENTERTAINER”, CON KENNETH BRANAGH

ENTERTAINMENT

Martedì 24 (ore 20.30) e mercoledì 25 (ore 17.00) gennaio, il Cinema Odeon di Firenze, in apertura del British 100 Film Festival , presenta “THE ENTERTAINER” lo spettacolo della Kenneth Branagh Company dal Garrick Theatre di Londra, per la regia di Rob Ashford. Ambientato in Gran Bretagna nel dopoguerra, il classico di John Osborne “THE ENTERTAINER” evoca il glamour squallido del music-hall e racconta le vicende di Archie Rice, mediocre attore d’avanspettacolo che, nonostante tutto, continua a puntare al successo. Dopo il fallimento dell’ennesimo spettacolo, Archie progetta così un nuovo numero e per l’occasione scrittura una ragazza molto giovane, promettendo di sposarla se il ricco padre di lei li finanzierà. Il progetto però non andrà a buon fine, sfociando anzi in tragedia… A recitare nei panni di Archie Rice sarà proprio Kenneth Branagh, affiancato da Phil Dunster nei panni di Graham, Gawn Grainger in quelli di Billy Rice, Jonah Hauer-King in quelli di Frank Rice, Crispin Letts come Fratello Bill, Sophie McShera a interpretare Jean Rice e Greta Scacchi nei panni di Phoebe Rice. Per ulteriori informazioni: tel. 055-214068 | www.odeonfirenze.com

Read More »

TEATRO NICCOLINI: PAOLO VALERI DIRIGE “IL DESERTO DEI TARTARI” DI D.BUZZATI

Deserto

Da mercoledì 25 a domenica 29 gennaio, al Teatro Niccolini, Paolo Valerio dirige e interpreta “Il deserto dei Tartari” di Dino Buzzati. “Il mondo di Dino Buzzati è affascinante e misterioso – spiega Paolo Valerio – e ne Il deserto dei Tartari, il romanzo che segnò la sua vera consacrazione tra i grandi scrittori del Novecento italiano, sono presenti tutte le sue tematiche principali, oltre al suo immaginario onirico di paesaggi e personaggi. Il tema portante è quello della fuga del tempo”. Protagonista della storia è Giovanni Drogo, un giovane e speranzoso tenente che viene mandato in servizio presso la Fortezza Bastiani, relegata in cima a un’impervia montagna. La Fortezza, un tempo scenario di grandi battaglie, è ora un avamposto abbandonato e pressoché dimenticato, ma vincola a sé tutti i militari del battaglione per il senso di perenne attesa di un nemico che ci si aspetta giunga dalla frontiera. Quando Drogo giunge alla Fortezza è convinto di rimanervi solo qualche mese, per poi tornare alla vita normale. Dopo poco, però, la pacata e monotona vita della Fortezza e la convinzione/illusione che di lì a poco il nemico arriverà, fanno presa su Giovanni Drogo che, senza rendersene conto, trascorre in quel luogo remoto tutta la sua vita. “La mia scelta – afferma Valerio – è stata quella di non avere un unico protagonista: tutti gli attori saranno Drogo, seguendo non solo l’invecchiamento del protagonista, ma anche le emozioni che il passare tempo si modificano in Drogo come in ognuno di noi: dalla ...

Read More »