AREZZO, TENTAVA DI ADESCARE RAGAZZINE: ARRESTATO

poliziotto

Polizia generica

Tentava di adescare studentesse tra i 13 e i 15 anni e chiedeva prestazioni sessuali, per questo un 33enne è stato arrestato alle prime ore dell’alba dalla squadra mobile di Arezzo. Deve rispondere di tentata prostituzione.

Gli agenti gli hanno notificato l’ordinanza con la quale il Gip del Tribunale Ordinario di Firenze ha disposto che l’uomo fosse ristretto agli arresti domiciliari.
Il primo episodio indagato dalla polizia risale all’8 settembre 2016. Secondo quanto ricostruito dai poliziotti l’uomo ha tentato di adescare una giovane ragazza, poco più che
bambina. La dodicenne aretina era stata avvicinata dall’uomo mentre, percorrendo via Della Chimera si recava a scuola.
Fermata dall’uomo, la ragazzina si è sentita offrire del denaro in cambio di prestazioni sessuali. Tornata a casa, al terminedella giornata di scuola, la piccola ha raccontato tutto allapropria madre e con quella si è presentata, il mese successivo, presso la squadra mobile, dove un gruppo di investigatori specializzati ha raccolto la denuncia e tutte le informazioni utili per l’avvio delle indagini. Le investigazioni condotte dai
poliziotti hanno permesso di portare alla luce almeno altri cinque episodi accaduti nei pressi di scuole medie inferiori e superiori del capoluogo aretino, nei quali l’arrestato aveva avvicinato ragazzine di età compresa tra i 12 ed i 15 anni ed, offrendo loro del denaro, aveva chiesto di ricevere in cambio attenzioni sessuali.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz