Tre giorni di musica per Amici della musica di Firenze con Denis Matsuev, Jordi Savall e l’omaggio a Debussy

Tre giorni di musica ai più alti livelli nazionali e internazionali per la Stagione concertistica degli Amici della Musica di Firenze: sabato 10 febbraio alle 16.00  sul palcoscenico del Teatro della Pergola il grande pianista russo Denis Matsuev, domenica 11 febbraio al Teatro della Pergola protagonista uno dei più importanti interpreti della musica antica Jordi Savall con l’ensemble Le Concert Des Nations e lunedì 12 un omaggio a Debussy

Tre giorni di musica ai più alti livelli nazionali e internazionali per la Stagione concertistica degli Amici della Musica di Firenze, che sabato 10 febbraio alle 16 vedrà sul palcoscenico del Teatro della Pergola il grande pianista russo Denis Matsuev con un programma in cui eseguirà la Sonata in re minore op. 31 n. 2 “La tempesta” e la Sonata in la bemolle maggiore op. 110 di Beethoven, insieme alle pagine di Tchaikovsky , di cui “Meditation” op. 72 n. 5 e la Sonata in sol maggiore op. 37 (biglietti 14/25 euro). Dal suo trionfo nel 1998 all’11° Concorso Internazionale Tchaikovsky, Denis Matsuev si è rapidamente affermato come uno dei pianisti più importanti al mondo. Con un background che poggia sulla grande tradizione musicale russa, per molti anni ha collaborato con la Fondazione Rachmaninov, dalla quale è stato scelto per eseguire e registrare spartiti inediti sul pianoforte del compositore stesso, e nella sua carriera Matsuev è stato insignito del prestigioso “Premio Shostakovich”, il Premio di Stato in Letteratura ed Arti della Federazione Russa, ed è riconosciuto come “Artista del Popolo Russo”. È stato inoltre nominato Professore Onorario dell’Università statale di Mosca.

Domenica 11 febbraio alle 21, al Teatro della Pergola sarà protagonista uno dei più importanti interpreti della musica antica Jordi Savall con l’ensemble Le Concert Des Nations (Manfredo Kraemer, violino, Charles Zebley, flauto traverso, Philippe Pierlot, viola da gamba bassa, Xavier Díaz-Latorre, tiorba, Luca Guglielmi, clavicembalo, Jordi Savall, viola da gamba bassa e direzione). Il musicista catalano da più di cinquant’anni fa conoscere al mondo meraviglie musicali lasciate nell’oscurità, nell’indifferenza e nell’oblio. Ha fondato, con Montserrat Figueras, i complessi Hespèrion XXI, La Capella Reial de Catalunya e Le Concert des Nations. I suoi programmi concertistici hanno saputo trasformare la musica in uno strumento di mediazione per l’intesa e la pace tra i popoli e le differenti culture. A Firenze Savall proporrà il concerto intitolato “Tous les Matins du Monde” con musiche di Jean-Baptiste Lully, Mr. De Sainte-Colombe, Eustache Du Carroy, Marin Marais, Marin Marais, François Couperin, Jean-Philippe Rameau, Mr. De Sainte-Colombe e Jean-Marie Leclair (biglietti 14/25 euro).

Lunedì 12 febbraio alle 21, nel Saloncino del Teatro della Pergola saranno i musicisti Marco Rizzi, Enrico Dindo, Alessandro Carbonare e Pietro De Maria a dare vita alle musiche di Debussy (di cui saranno eseguite la Prima Rapsodia per Clarinetto e Pianoforte, la Sonata in re minore per Violoncello e Pianoforte L 440 e la Sonata in sol minore per Violino e Pianoforte L 148) e di Messiaen, per il Quatuor Pour La Fin Du Temps (biglietti 20/25 euro).

Info e programma completo su www.amicimusicafirenze.it

 

Commenta la notizia

avatar