domenica , 25 giugno , 2017 10:46
Nanchino-Firenze
Home / .Controradio News / INCENDIO STERPAGLIE: INTERROTTA FERROVIA PISA-FIRENZE

INCENDIO STERPAGLIE: INTERROTTA FERROVIA PISA-FIRENZE

incendio La linea ferroviaria Firenze-Pisa è stata interrotta dalle 15,30, nel tratto tra Empoli e San Miniato, per mezzora, per un incendio di vegetazione a Empoli. l’interruzione è stata chiesta dai vigili del fuoco che si sono recati sul posto per poter operare con maggiore sicurezza.

A essere interessata dall’incendio  è stata una zona di sterpaglie che si trova nella frazione di Marcignana, nelle vicinanze di un altro terreno interessato ieri da un evento simile. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per ripristinare la normalità e mettere in sicurezza la ferrovia.

Un vasto incendio di sterpaglie ha impegnato invece  per ore i vigili del fuoco a Santa Croce sull’Arno (Pisa) e le fiamme alimentate dal forte
venti hanno minacciato anche alcune concerie e aziende chimiche del territorio. Complessivamente il rogo ha bruciato 4 ettari di
sterpaglie.
L’allarme è scattato intorno alle 13 nella zona industriale di Santa Croce e le fiamme si sono sviluppate in prossimità incendio delle zone perimetrali di otto aziende conciarie e due industrie chimiche. Per contenere l’incendio ed evitare che si estendesse alle attività industriali sono intervenute quattro squadre dei vigili del fuoco dei distaccamenti della provincia pisana con sette automezzi oltre a cinque mezzi leggeri di volontari inviati dalla sala operativa della Regione Toscana e le operazioni di spegnimento si sono concluse intorno alle 18.30
dopo oltre cinque ore di lavoro per le continue riprese dei focolai alimentati dalle raffiche di tramontana.

 

“I compiti di lotta agli incendi boschivi sono sotto la responsabilità delle Regioni. I vigili del fuoco vi concorrono solo dal 2017 avendo ereditato i compiti del soppresso Corpo Forestale dello Stato senza però un correlato sufficiente numero di uomini e questo mette in crisi
anche il sistema di spegnimento a terra, non solo aereo”. Lo dice Antonio Brizzi, segretario generale del sindacato Conapo dei Vigili del Fuoco, commentando le indicazioni odierne in materia di incendi boschivi fornite alle Regioni da parte del capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio.
“Molte Regioni inoltre – ricorda Brizzi – non hanno valorizzato questa attività dei vigili del fuoco e non hanno ancora stipulato le  convenzioni che stanziano i fondi di potenziamento del servizio o lo hanno fatto in modo insufficiente. Ne discende che in alcune regioni la coperta è corta e quando i vigili del fuoco sono impegnati negli incendi boschivi si rischia di non poter garantire le attività di soccorso pubblico urgente. Un quadro variegato a fronte di un rischio incendi diffuso su tutto il territorio e alimentato dal gran caldo, che necessita di soluzioni politiche e linee di indirizzo univoche”.

Check Also

40_big

PISA: GIOVANE UBRIACO PRECIPITA DA SECONDO PIANO, GRAVE

Uno studente universitario di 18 anni, torinese, è precipitato dal secondo piano di un appartamento ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − tre =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>