PALAZZO PITTI, LA GALLERIA DEL COSTUME DIVENTERA’ UN MUSEO DELLA MODA

pitti

Un programma triennale di mostre di moda contemporanea e la trasformazione della Galleria del Costume di Palazzo Pitti in vero Museo della Moda: queste le novità annunciate oggi alla presentazione della 90ma edizione di Pitti Uomo, nate dall’intesa tra Gallerie degli Uffizi, Centro di Firenze per la Moda Italiana e Pitti Immagine.

La collaborazione prenderà il via ufficialmente il prossimo 14 giugno con la mostra fotografica Karl Lagerfeld – Visions of Fashion a palazzo Pitti e nasce dall’intendimento, manifestato dal Ministero dei Beni Culturali Dario Franceschini, di aprire il patrimonio museale italiano alla moda. “Subito dopo le dichiarazioni del ministro Franceschini e del direttore Schmidt, in totale sintonia con i principi che da oltre 60 anni ispirano le nostre attività sul fronte culturale – dicono Andrea Cavicchi, presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana e Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine – abbiamo voluto dare un segnale tangibile di consenso, deliberando una donazione suddivisa in tre anni (2016-2018) che la Direzione utilizzerà liberamente alla luce di quegli intendimenti e obiettivi”. “Sono felice e grato al Centro Moda e a Pitti Immagine per questa possibilità straordinaria – afferma Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi – La partnership progettuale e produttiva che si crea in questo modo con due istituzioni italiane di enorme prestigio, per giunta le più impegnate sul fronte della moda contemporanea, ci consentirà di offrire mostre insolite e di grande impatto per la città, ma non solo questo: infatti lavoreremo insieme per trasformare la Galleria del Costume in un vero e proprio Museo della Moda e del Costume, sfruttando le possibilità offerte dalla creatività contemporanea a questo versante della cultura italiana e internazionale”.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz